Frammenti di una mente immorale

Daniela, giovane pianista siciliana, si troverà prigioniera del suo stesso pensiero. Un marasma esistenziale, il suo, che la vedrà vittima e carnefice delle sue azioni. Una mente giovane e contraddittoria, quella di Daniela, combattuta tra giusto e sbagliato, tra virtù e perversione.

La giovane confesserà i suoi segreti, ricordi e ossessioni che la renderanno vulnerabile alla vita, trascinandola in uno stato mentale pericoloso per lei e gli altri. Fede e Peccato lottano in queste pagine, dove lei racconta le sue più intime perversioni, deviazioni, evasioni adolescenziali che si scontrano con la paura di una moralità comunitaria che soffoca la sua libertà d’essere.